Pubblicato il 09/01/18 - aggiornato il  | Nessun commento :

Movie Maker app Windows 10 per slideshow con foto, video e musica

Come funziona Movie Maker Free, app di W10, per unire e dividere i video e per creare video da foto, filmati e musica inserendo testo, transizioni e effetti.
Gli utenti Windows che intendevano creare dei video a partire da immagini, musica, filmati e grafica utilizzavano il programma Movie Maker che poteva essere installato attraverso la suite gratuita Windows Live Essentials che però dopo la versione 2012 è stata ritirata dalla Microsoft.

Facevano parte di quella suite, oltre a Movie Maker e altri software, anche Windows Live Writer che è stato per lungo tempo il programma di elezione dei blogger e di chi pubblica contenuti online, sostituito adesso da Open Live Writer, creato da una fondazione di sviluppatori indipendenti con il codice sorgente rilasciato dalla Microsoft.

Movie Maker rimane presente su molti computer non più recentissimi ma non è più scaricabile direttamente dai dalla Microsoft ma solo da altri siti in versioni non aggiornate e non in lingua locale ma solo in inglese. Da pochissimo tempo è installabile dallo Store della Microsoft una applicazione che pare destinata a prendere il posto del vecchio Movie Maker ma che per adesso ha soltanto alcune delle sue funzionalità.

Movie Maker Free può essere installata dal browser o dallo Store con lo stesso link. Si va su Scarica app nel browser o su Ottieni nella finestra del Microsoft Store. Dopo il download e l'installazione si va su Avvia per aprirla. Nella schermata iniziale ci sono tre link di cui uno serve per i feedback





Con gli altri due link si aprono gli strumenti per creare uno slideshow e per editare i video. Lo strumento di editing video è molto modesto e permette solo di unire, ruotare e tagliare i video.

movie-maker-free

Più interessante quello per la creazione di slideshow che permette di creare delle presentazioni unendo foto e video girati durante un evento con un sottofondo musicale, selezionato nell'archivio della applicazione o caricato direttamente dal computer.  Sono disponibili anche delle transizioni con effetti speciali.






slideshow-foto-movie-maker

Si selezionano le immagini e i video da inserire nella Timeline. Per ciascun elemento si ha una anteprima nella parte alta. Cliccando sulla icona della matita si possono modificare le impostazioni, aggiungere testo e transizioni.

transizioni-musica

È anche possibile ritagliare le immagini, scegliere il tempo di permanenza della foto nello slideshow e il layout del fotogramma. Gli effetti di transizione tra un elemento e l'altro comprendono i classici Fade, Wave, Wind e molti altri. Si va su Save per salvare la modifica e su Close per chiudere lo strumento.

Nella Timeline si può anche scegliere la musica di sottofondo tra quelle proposte o selezionata da noi cliccando su Browse per poi aprire il file audio nel PC. Andando su Preview si può visualizzare lo slideshow a tutto schermo. Per salvarlo si clicca su Make video. Il video di uscita sarà in formato MP4 con il nome prescelto e nella cartella selezionata. Ecco più in dettaglio quelle che sono le principali caratteristiche di Movie Maker Free.
  1. Editing video: ritaglio, rotazione, unione di due o più video
  2. Crea film da foto, video, musica con transizioni come wave, pixellate, cross-zoom, dissolvenza, ecc.
  3. Migliora la qualità delle foto con i filtri colorati
  4. Personalizza l'aspetto e la durata di foto e video
  5. Aggiunge testi alle foto e ai video con caratteri, dimensioni e colori personalizzabili
  6. Anteprima del video di output prima del salvataggio
  7. Si può riprendere il lavoro che si è interrotto.
Concludo ricordando che per questa app occorre Windows 10 aggiornato all'ultimo update di Novembre.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.