Pubblicato il 11/07/17 - aggiornato il  | 1 commento :

Creare una mail di posta elettronica certificata (PEC) con Poste Italiane.

Come attivare un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (o PEC) con il servizio di Poste Italiane e come usarla.
La Posta Elettronica Certificata, o PEC come viene comunemente definita tramite acronimo, ha ormai superato la fase della sperimentazione che iniziò nel lontano 2010 con il sito PostaCertificat@ con il quale allora si poteva attivare un indirizzo di posta certificata gratuitamente.

Adesso non ci sono più servizi di PEC gratuiti anche se ci sono aziende che offrono contratti senza dover pagare i primi mesi. Però la spesa per un indirizzo email di Posta Certificata è davvero modesta e penso sia utile a tutti i cittadini averne uno visto che in definitiva ci permette di risparmiare tempo e denaro e di avere delle certificazioni sulle comunicazioni importanti.

La Posta Elettronica Certificata è attualmente in uso in Italia, Svizzera e Hong Kong e permette di dare a un messaggio inviato con la Posta Certificata lo stesso valore legale di una raccomandata.

È evidente quindi che, anche se la PEC dal 2013 è obbligatoria solo per le imprese, pure un comune utente che abbia un account di Posta Elettronica Certificata può risparmiare sui costi e le code per inviare raccomandate.


In questo articolo vedremo come con la modica spesa di 5,50€ l'anno + IVA cioè 6,71€ l'anno si possa ottenere un indirizzo di posta elettronica certificata con il sito delle Poste Italiane. Ci si può registrare anche per tre anni anziché per un anno risparmiando circa una annualità. In calce al post linkerò anche gli altri principali servizi a cui rivolgersi senza però recensirli in modo analitico.





CREARE UN ACCOUNT DI PEC CON POSTE ITALIANE

Per creare un account occorre aprire la pagina PosteCert di Poste Italiane. C'è una offerta per privati, una per utenti business e una avanzata sempre per utenti business. In questo post mi limiterò alla offerta basica di cui ho già comunicato il prezzo di attivazione. Le caratteristiche di questo account PEC sono le seguenti:
  1. 100Mb di spazio
  2. 1 casella di posta della durata di 1 o 3 anni
  3. Numero massimo di 200 invii giornalieri
  4. Indirizzo di posta certificata del tipo nomeutente@postecert.it
Si clicca su Registrazione in alto a destra per aprire il modulo da compilare. Meglio se siamo già registrati al sito Poste.it, registrazione effettuata magari per monitorare il saldo e il movimento del conto su Postepay. Ci si può comunque registrare sul momento cliccando su una delle tre opzioni: 1) Residenti in Italia con sotto opzioni maggiorenni, minorenni e imprese e P.A; 2) Residenti all'estero con codice fiscale italiano; 3) Residenti all'estero senza codice fiscale italiano.






Con la registrazione a Poste.it abbiamo dovuto comunicare i nostri dati anagrafici. Quando la registrazione a Poste.it è completata e ci siamo loggati cliccando su Registrazione di PosteCert potremo visualizzare un modulo già precompilato con nome, cognome, indirizzo, codice fiscale a altri dati.

Se non visualizzassimo il modulo precompilato dovremo riempirlo noi stessi digitando i campi in 5 passaggi

posta-certificata-poste

Nel primo step dovremo inserire Nome, Cognome, Numero di Cellulare e Codice Fiscale. Il numero di cellulare è necessario per poter ricevere lo SMS per l'attivazione e anche per un eventuale recupero delle credenziali di accesso.





Nei passaggi successivi dovremo indicare anche un indirizzo email di nostra proprietà sempre per il recupero delle credenziali e per ricevere il messaggio di avvenuta attivazione. Dovremo scegliere anche una password. Nel passaggio conclusivo Riepilogo Dati verranno mostrati tutti i dati inseriti per controllare se sono corretti.

Il pagamento può essere fatto con carta di credito, anche con la Postepay, che dovrà essere selezionata per poi digitarne numero, scadenza e codice CVV visibile nel retro della carta e composto da tre cifre.

La creazione della casella di posta elettronica non finisce qui anzi siamo appena all'inizio. Ci verrà comunicato di scaricare il contratto in formato PDF di cui dovremo stampare le ultime tre pagine con la dichiarazione di attivazione e con i nostri dati anagrafici. Tale pagine vanno inviate via Fax al numero 06 54922017 che comunque sarà visibile nelle pagine in PDF del contratto che abbiamo scaricato.

Unitamente alle ultime tre pagine con l'accettazione, debitamente firmate dall'utente, dovrà essere aggiunta una fotocopia di un documento di identità valido. Dobbiamo quindi inviare alle poste quattro pagine via fax. Se dovesse mancare il documento di identità con ci sarà attivazione.

accettazione-posta-certificata-contratto

Dopo qualche giorno dall'invio del Fax riceveremo una email di avvenuta attivazione o che questa sarà completata nelle 24 ore successive. Potremo quindi accedere al servizio aprendo la pagina web con questo indirizzo

https://webmail.postecert.it/

per poi accedere inserendo nomeutente@postecert.it e password scelta nei rispettivi campi. Si potrà ricevere e spedire messaggi di posta elettronica certificata dal browser oppure si potrà utilizzare anche un client diverso come Outlook, Outlook Express, Eudora, ecc. Nel messaggio di avvenuta attivazione ci verranno comunicati anche i dati riguardo ai server di Posta in Uscita e Posta in Entrata oltre alle relative porte.

interfaccia-posta-certificata

Dalla interfaccia della PEC delle poste potremo spedire una email a qualsiasi indirizzo di posta elettronica anche di posta ordinaria. Si va su Nuovo Messaggio quindi si digita indirizzo del destinatario, oggetto,

invio-messaggio-pec

corpo del messaggio con eventuali file allegati. Con la PEC si otterrà una Ricevuta completa, breve o sintetica della ricezione da parte del destinatario. Si va su Invia mandare il messaggio.

messaggio-posta-certificata

Chi riceverà la email vedrà nella parte alta che si tratta di un messaggio di posta certificata. In basso ci saranno anche due allegati creati automaticamente dal servizio. Nella casella di posta certificata sarà quindi mostrato il messaggio di avvenuta ricezione come prova del nostro invio e che ha il valore legale di una raccomandata.

ricevuta-accettazione


Sarà visibile l'aggiunta Posta Ordinaria accanto all'indirizzo email del destinatario che non sia di PEC.

ALTRI SERVIZI DI PEC


Per completezza dell'articolo vi linko altri servizi di PEC attivabili in Italia:
  1. Aruba - 5€ l'anno + IVA con 1GB di spazio
  2. Kolst -  5€ l'anno + IVA con 1GB di spazio
  3. LegalMail - 6 mesi gratis con 8GB di spazio poi 39€ +IVA all'anno.
  4. Register.it - 2,08€al mese + IVA e 2GB di spazio
  5. Libero Mail - 20€ + IVA all'anno e spazio illimitato.
Nei prossimi post su questo argomento mi occuperò tra l'altro di come gestire la PEC da Gmail e di come trovare gli indirizzi di posta elettronica della Pubblica Amministrazione e di aziende.




1 commento :

  1. Lo scorso ho acquistato una PEC di Poste al prezzo di 13 euro per 3 anni. Un affare.

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.