Pubblicato il 26/10/16e aggiornato il

Come trasformare il cellulare Android in una telecamera per sorvegliare un ambiente.

Come configurare l'applicazione iWebcam per Android in modo da convertire un vecchio cellulare non più utilizzato in una videocamera di sorveglianza per controllare un locale.
Nei giorni passati abbiamo visto come utilizzare un vecchio telefono Android come cordless e come impiegarlo alla stregua di un mouse e una tastiera con collegamento Wi-Fi. In questo articolo vedremo un altro modo per convertire uno smartphone che non utilizziamo più.

Si tratta di realizzare un sistema di video sorveglianza in un locale coperto da una rete Wi-Fi. In sostanza il cellulare diventa una semplice videocamera che invia le immagini a un altro cellulare o a un computer per controllare quello che avviene in un dato luogo. Può essere un modo utile a una mamma per controllare la stanza dei giochi o la stanza da letto del bambino. Si può anche usare come videosorveglianza esterna o per gestire e controllare da remoto delle stampanti 3D.

Per iniziare va installata l'applicazione IP Webcam nel cellulare da convertire in telecamera. Si tratta di una applicazione che nella versione gratuita presenta dei banner pubblicitari. Per iniziare il flusso video si va nella parte bassa della prima schermata e si clicca su Avvio del server. IP Webcam ha moltissime funzionalità. Alcune di queste sono attivabili sono con la versione a pagamento al costo di 2,89€. Anche nella versione gratuita si può settare la risoluzione del video e quella delle foto. Si può anche scegliere se effettuare lo streaming video con la camera frontale o posteriore.

ip-webcam

Per controllare lo streaming della camera del cellulare basterà aprire questo indirizzo

http://192.168.1.33:8080/

con il browser del computer o con quello di un altro cellulare. I video possono anche registrati e conservati nel cloud accedendo al servizio di videosorveglianza Ivideon.

iwebcam-pro






Quando si apre la pagina dello streaming video si possono configurare i parametri dello stesso

configurazione-streaming

Per la configurazione dello streaming via Wi-Fi, dopo aver toccato Avvio del server, si sceglie Connessione diretta -> Sto utilizzando la Wi-Fi del router per poi aprire la pagina web con l'URL di cui sopra. Questo lo si può fare solo se l'area da videosorvegliare si trova nello stesso raggio di azione del Wi-Fi. In caso contrario si deve optare per una diversa configurazione remota

rendering-audio-video-iwebcam

Nella pagina del browser collegato con il cellulare convertito in webcam di videosorveglianza si può configurare il rendering video e l'uscita del lettore audio. Nel mio test ho scelto di visualizzare lo streaming nel browser del computer e come audio il formato HTML5 Wav.
Queste in conclusione le principali caratteristiche di iWebcam:
  1. Rendering web tra cui scegliere come Flash, JavaScript, ecc
  2. Registrazione video nei formati WebM, MOV o MPEG4
  3. Streaming audio in wav, opus e AAC
  4. Rilevamento del movimento con l'innesco del suono e l'integrazione con Tasker (solo Pro)
  5. Data, ora e livello della batteria impressi sul video.
  6. L'acquisizione dei dati del sensore.
  7. Supporto Videochat
  8. Notifiche push su movimento e suono e la registrazione sul cloud gestiti da Ivideon.
  9. Nella versione gratuita viene aggiunto un watermark ai filmati.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.