Pubblicato il 05/04/16e aggiornato il

Come cancellarsi e disattivare gli abbonamenti via SMS sottoscritti tramite cellulare.

Come disattivare i servizi a pagamento SMS con il barring SMS, inviando un testo di rinuncia o disabilitando completamente questi servizi
Quello degli abbonamenti sottoscritti tramite smartphone a servizi via SMS è una attività ai confini della truffa tra le più lucrose. Gli utenti spesso sono come i vasi di coccio di manzoniana memoria in mezzo ai vasi di ferro.

Se siete stati fortunati e non vi è mai capitato di sottoscrivere inavvertitamente un servizio di SMS a pagamento certamente sarete a conoscenza di un amico a cui è successo. I servizi offerti sono spesso di nessuna utilità e riguardano loghi, wallpaper, suonerie, screensaver, giochi, applicazioni, chat, oroscopi, notizie, ricette, previsioni del tempo, sondaggi, ecc

Talvolta basta fare tap su un banner per ritrovarci iscritti a un servizio in abbonamento con canone da 5 euro a settimana. Queste supertariffe non sono applicate direttamente dai provider telefonici ma da società esterne che utilizzano servizi premium SMS con numeri che iniziano in decade 4x cioè con numeri iniziali 43, 44, 46, 47, 48 e 49.

Per recedere da questi contratti bisogna attivare quello che si chiama il barring SMS. Tutti i gestori di telefonia danno ovviamente la possibilità non solo di cessare questi abbonamenti ma anche di disattivarli preventivamente. Lo si può fare dal sito o chiamando un numero apposito:
  1. TIM - chi abbia TIM come gestore di telefonia mobile può accedere alla sezione Assistenza del sito oppure chiamare il 119 per chiedere il barring SMS e mettere il numero nella blacklist.
  2. VODAFONE - anche chi ha Vodafone può chiamare il servizio telefonico 190 per chiedere il barring SMS oppure procedere da soli accedendo alla sezione Controllo Costi.
  3. WIND - Per Wind il numero da chiamare è il 155 ma si può accedere anche al sito di Wind. Si può richiedere il blocco totale dei servizi a pagamento oppure solo di quelli via SMS.
  4. 3 ITALIA -  Per 3 Italia H3G si può consultare la pagina dedicata ai servizi a pagamento oppure chiamare il numero 133 e parlare con un operatore.
  5. POSTE MOBILE - Con Poste Mobile occorre inviare un apposito modulo in PDF dopo averlo scaricato e debitamente compilato.


DISATTIVAZIONE TRAMITE INVIO SMS E PRECAUZIONI


Per legge e per disposizioni dell'Antitrust ogni servizio dovrebbe avere un metodo semplice di disattivazione inviando un testo via SMS a un particolare numero. Purtroppo questo non è ancora pubblicizzato adeguatamente e i fornitori di servizi lucrano proprio su questa ignoranza. In un file PDF pubblicato su Google Drive ho raccolto tutti i numeri telefonici seguiti dai messaggi di disattivazione di molti servizi premium SMS
servizi-pagamento-premium-sms

Per evitare di venire salassati da queste società che si muovono al limite della legalità si deve fare attenzione alla navigazione via smartphone. Meglio non cliccare su banner pubblicitari in siti non sicuri e tenere sempre sotto controllo il credito telefonico. Se ci si accorge di qualche addebito sospetto si deve chiamare immediatamente i call center ai numeri indicati. È anche consigliabile inviare un modulo scritto indirizzato alla compagnia telefonica con la volontà di disattivare il servizio chiedendo anche la restituzione delle somme eventualmente già sottratte dal nostro conto.

I nomi di alcune di queste società sono ampiamente noti: Neomobile, Go Mobile, Lotto48, Vip Rumor, Palmago, Wazza, Poket Girls, Sexy Love, Mobando e Mobilepay, Uauaclub, Doctorgame. Il modulo da inviare al provider telefonico si può compilare seguendo questo modello

La disabilitazione totale di questi servizi SMS Premium potrebbe portare alla impossibilità di gestire i servizi di home banking dal cellulare.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.