Pubblicato il 06/03/12e aggiornato il

Guida di Google alla ottimizzazione per motori di ricerca (SEO).

Se cercate per il web troverete moltissimi siti gestiti da esperti del settore, o presunti tali, che vi daranno un sacco di informazioni su come ottimizzare un intero sito o un singolo articolo per posizionarlo al meglio nelle ricerche di Google. Due anni fa lo stesso Google pubblicò la prima Guida introduttiva per webmaster interessati alle tecniche SEO.
Da qualche mese era disponibilequesta nuova guida, consultabile però solo in lingua inglese. Ne avevo parlato in un post sulla Ottimizzazione SEO in cui avevo estratto i 20 punti che ritenevo più interessanti. Tale articolo è ovviamente ancora attuale visto che da allora la guida non è cambiata.
Rispetto alla guida di due anni prima veniva posta maggiore enfasi sulla compatibilità di un sito con i dispositivi mobili e sulle tecniche da usare per migliorare il posizionamento anche in relazione al traffico proveniente dagli smartphone, tablet e apparecchi simili.
Con un post sul Blog Ufficiale Italiano di Adsense è stato comunicato che finalmente è stata messa online anche la versione italiana di questa guida. Coloro che fossero interessati a migliorare le performance del proprio sito relativamente ai fattori che possono essere configurati dall'autore è bene che la consultassero perché le informazioni che vi sono elencate non provengono dal solito guru del web ma direttamente da Google.
La Guida Introduttiva di Google all'ottimizzazione per motori di ricerca (SEO) è un file in PDF che può anche essere letto direttamente dal browser. Si tratta di 31 pagine che possono anche essere scaricate per la lettura offline. Con Chrome si va sul destro del mouse e si seleziona Salva con nome. Possono anche essere usate le icone in basso a destra per la navigazione, lo zoom e la stampa oltre che per il download.




12 commenti :

  1. grazie per la segnalazione Ernesto, oggi pomeriggio me lo studierò!
    ps: bentornato!!!

    Federica

    RispondiElimina
  2. Grazie Ernesto, articolo molto utile.

    Io devo essere una frana con il SEO, perchè pur cercando di seguire il più possibile le indicazioni di queste guide, nonostante aggiorni il blog con continuità e cerchi di tenere alta la qualità degli articoli, visitatori ne ho sempre pochini, e non capisco perchè non riesco a far salire il numero :(

    Ernesto, posso chiederti un consiglio?
    Tu pensi che incrementando la quantità degli articoli, ad esempio postandone 2-3 al giorno anzichè soltanto uno, fermo restando che la qualità deve rimanere invariata, la situazione potrebbe sbloccarsi un po'? E' vero che io mi sono limitata a segnalare il blog alle directory più importanti e che non commento spesso negli altri blog - a parte il tuo ;) - però tramite Analytics vedo che la maggior parte dei visitatori proviene comunque dai motori di ricerca (se "Organic" in Analytics significa questo). Il ragionamento che ho fatto è: incrementando la quantità di articoli postati la mia presenza nei motori di ricerca dovrebbe aumentare, e quindi in teoria anche il numero dei potenziali visitatori. Tu cosa ne pensi, il mio ragionamento regge o credi che sia più costruttivo incrementare invece il numero dei commenti inseriti negli altri forum/siti/blog? Perchè se spendo molto tempo a commentare me ne rimane poco per scrivere gli articoli e viceversa, quindi vorrei dedicarmi all'attività più produttiva tra le due.
    Tra l'altro odio commentare "per interesse", mi piace farlo solo nei blog che davvero mi piacciono e solo quando ho qualcosa di sensato da dire..

    Ti ringrazio, un saluto
    Giuliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Federica
      Dai che sono stato via solo un settimana ^^
      @Giuliana
      Aumentare il numero di articoli è certamente auspicabile, va fatto però mantenendone inalterata la qualità. Comunque il tuo problema è comune a molti altri e dipende da un continuo aumento della concorrenza, vale a dire più offerta di siti e pagine ma lettori totali in numero costante se non in calo.

      Elimina
    2. Concordo con la replica di qui sotto e consiglio - se mi è permesso - di puntare sull reti sociali e su amicizie mirate e confronti costruttivi. E poi ci sono i vari StumbleUpon, MySpace, TwitterFeed, Dlvr.it, Bo.lt, Reddit, Gothise, NetworkedBlogs, eccetera.

      Elimina
  3. Grazie Ernesto, vado a dare uno sguardo!

    RispondiElimina
  4. Incrementando il numero di articoli al giorno si ottengono i risultati sperati, bisogna comunque essere costanti...

    RispondiElimina
  5. Facebook blackout totale mondiale non si sa nulla sui tempi o le cause ..
    moriremo tutti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @TexWiller
      Io entro regolarmente su Facebook da fisso e da mobile.

      Elimina
  6. Ernesto, ho una domanda un po' particolare: in un piccolo blog che ho creato su una nicchia specifica, ho reindirizzato la homepage (che in realtà preferivo vuota) verso la pagina del post più importante, che introduce l'argomento del blog. E' senza dubbio il post più dettagliato, e reindirizza anche i lettori verso gli altri post di approfondimento tramite appositi links.

    A distanza di qualche mese, ho visto che tutti i post di questo blog (in realtà è composto per ora da sole sei pagine, che però rinfresco spesso) inserendo le due parole chiave che ne identificano il contenuto, si sono tutti posizionati nei primi 100 risultati Google, chi in terza, chi in sesta e chi in nona pagina.
    Invece il post verso cui è reindirizzata la homepage, inserendo la parola chiave che ne identifica l'argomento non compare nemmeno nelle prime 10 pagine Google , pur essendo il migliore del blog. Ora, visto il "comportamento" seo degli altri post, mi aspettavo che questo articolo principale comparisse almeno nelle prime 10 pagine.

    La domanda è: pensi che il reindirizzamento della homepage verso questo specifico post possa in qualche modo danneggiarlo a livello seo, e che mi convenga toglierlo?
    Cioè, pensi che possa essere questo il problema?

    Ti ringrazio, spero di essermi spiegata bene :)
    Giuliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Giuliana
      E' stato un esperimento interessante, di quelli che è solito fare SEOMOZ :) Il risultato fa pensare che il redirect della home verso un post non paghi per quel post ma che abbia ripercussioni non negative sugli altri contenuti.

      Elimina
    2. Che in parola povere significa di provare a togliere il reindirizzamento, ho capito bene? ;)

      Elimina
    3. @ Giuliana
      Sei tu che fai gli esperimenti :) Non lo so. In ambito SEO si possono solo fare dei test. Ci sono solo poche certezze e neppure assolute

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.