Pubblicato il 10/01/12e aggiornato il

Come pagare i bollettini postali con la carta prepagata Postepay o con Banco Posta.

Come pagare i bollettini postali con internet attraverso il sito delle Poste.

Ricordo che la Postepay è una carta prepagata emessa dalle Poste italiane e che dal 1 Febbraio 2012 sarà obbligatorio associarla a un numero di cellulare per ragioni di maggiore sicurezza informatica. Per procedere al pagamento dei bollettini postali occorre accedere ai servizi delle Poste Italiane mediante il nostro account e possedere una carta prepagata Postepay o un Conto Banco Posta. Ricordo che da questo stesso portale si possono fare ricariche telefoniche senza spesa di commissioni, spedire raccomandate e anche inviare telegrammi.

Dopo che si è effettuato l'accesso si va MyPoste quindi su Bollettino. Sono già predisposti alcuni moduli per pagare l'ICI, il bollo auto, il canone TV, le multe dei Carabinieri e della Polizia, e i moduli MAV e RAV. Nel caso di un bollettino generico che potrebbe essere quello dell'Enel, del Gas o della fornitura di acqua, si clicca su Compila un bollettino che è la prima opzione in alto

compila-bollettino

Nella finestra successiva dovremo scegliere tra un bollettino premarcato e uno bianco o generico. I bollettini premarcati presentano i codici 896 0 674 in basso a destra. Quelli del tipo 896 sono già compilati nella loro interezza mentre il tipo di bollettino 674 ha in bianco il nominativo di chi esegue il pagamento. Vediamo come procedere nel caso di un bollettino premarcato 896 che poi è il più comune.





Si visualizzerà un modulo in cui dovremo compilare tutti i campi che riguardano l'importo, il numero di conto del beneficiario, il nome di chi esegue il pagamento con il relativo indirizzo. Nei due campi in basso si inserisce il codice del tipo di modulo (896) e il codice identificativo del bollettino che si trova sia al centro dello stesso bollettino sia nella parte bassa compreso tra due segni < e > che ricordano quelli dell'HTML.

bollettino-postepay 

Si clicca su Continua per passare alla seconda schermata. L'inserimento del numero del bollettino permetterà il riconoscimento automatico dello stesso facilitando tutta l'operazione. La finestra successiva mostrerà nuovamente il bollettino debitamente compilato. Dovremo andare su Paga il bollettino: Metti nel carrello per procedere al pagamento. Aprendo il menù Seleziona il metodo di pagamento selezioneremo per esempio Carta Postepay. In alto sarà visualizzato il nome del beneficiario e il suo numero del conto postale. Verrà praticata una commissione di 1 euro esattamente come alla posta

pagamento-bollettino-postepay

Se abbiamo scelto la nostra carta prepagata Postepay dovremo inserirne i dati che ricordo essere il numero a 16 cifre, la data di scadenza e il codice CVV2 che sono le ultime tre cifre del numero che si trova nel retro della carta. Si va su Conferma il pagamento

conferma-pagamento-postepay-bollettino

Se siamo già oltre il 1 Febbraio 2012 ciascuna carta prepagata Postepay dovrà essere associata a un numero di cellulare a cui sarà inviato un SMS con un codice da inserire per la sicurezza della transazione. Bisogna quindi cliccare su Richiedi Codice OTP, aspettare l'arrivo del SMS, che comunque è immediato, inserire il codice unitamente al numero del tentativo

codice-otp-postepay

e cliccare ancora su Continua. La ricevuta del pagamento arriverà a breve nella sezione Bacheca del nostro account MyPoste e avrà la stessa validità del timbro che viene stampato sul bollettino negli uffici postali. Tale ricevuta può anche essere stampata o salvata in formato ZIP e archiviata in una apposita cartella

ricevuta-pagamento-bollettino

In seguito vedremo come spedire raccomandate o inviare telegrammi anche se probabilmente molti lettori del blog avranno già utilizzato questi servizi.





Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.