30 novembre 2010

Widget degli Ultimi Articoli con Miniature per Blogger completamente personalizzabile in italiano.

Ho già presentato diversi widget che servono per mostrare gli Articoli Recenti con Miniature; con il gadget che vado a presentarvi renderò l'installazione e la personalizzazione più semplice a tutti coloro che non amano molto smanettare con il codice. Per inserire nel vostro blog questo widget non occorre far altro che cliccare sulla immagine seguente

ultimi-post-miniature


Si aprirà una finestra di dialogo in cui dovrete selezionare il blog in cui inserire il widget, ovviamente se ne avete più di uno nello stesso account e se siete loggati nella vostra Bacheca. Cliccate su Configura Gadget; si aprirà una finestra di dialogo con tutte le opzioni da scegliere

Inserire dei collegamenti a commenti di video su Youtube.

Credo che tutti più o meno conoscano il significato di Permalink, che è l'indirizzo di un oggetto presente sul web ed è la contrazione dell'espressione Permanent Link. Se si fa l'esempio di Blogger, ogni articolo è univocamente determinato dal suo indirizzo che è dato da un URL di questo genere

http://www.ideepercomputeredinternet.com/2010/11/pubblicare-un-blog-in-inglese-o-in.html 

in cui l'inizio è formato dall'URL della Homepage e la parte finale dall'anno, il mese e l'inizio del post fino a un totale massimo di 39 caratteri. Anche ogni commento al blog ha un suo permalink, ad esempio

http://www.ideepercomputeredinternet.com/2010/11/pubblicare-un-blog-in-inglese-o-in.html?showComment=1291074349715#c6792788094669510999

che, oltre al permalink dell'articolo ha anche l'ID di un commento  al post. Se si incolla nella Barra degli indirizzi questo URL, si visualizza esattamente il commento a cui si riferisce. Su Youtube non era ancora possibile acquisire il permalink di un singolo commento a un video, questo fino a ieri quando Google Operating System ha annunciato che adesso è disponibile questa nuova opzione.

29 novembre 2010

Pubblicare un blog in inglese o in altre lingue.

Conosco l'inglese e il francese quanto basta per leggere articoli in queste lingue. Ho anche letto diversi libri in entrambe le lingue, ma si trattava di testi scientifici in cui c'erano più o meno gli stessi vocaboli e molte formule. Per essere sempre informato sulle ultime novità sul mondo di internet, sono abbonato a molti feed di prestigiosi siti in lingua inglese, francese e spagnola. Non ho mai bisogno del traduttore per capire il senso del post, lo uso solo se mi sfugge il significato di una singola parola. Detto questo non sarei assolutamente in grado di cimentarmi nello scrivere articoli in altre lingue perché leggere è una cosa, scrivere è tutt'altro, conversare è ancora più difficile a meno che non si tratti delle solite frasi di circostanza. Per scrivere questo post impiegherò presumibilmente 30 minuti o poco più, se lo dovessi tradurre in un inglese accettabile mi ci vorrebbe mezza giornata e si capirebbe comunque che non sono certo di madrelingua!
Nel web però, per loro fortuna, ci sono persone che hanno grande padronanza anche di altre lingue e alcuni di loro tengono dei siti in inglese o altri idiomi. Fermo restando il mio apprezzamento per chi tenta operazioni di questo genere forse è il caso di fare alcune considerazioni generali sulle problematiche di una tale scelta.
Esistono dei widget che permettono la traduzione automatica del post in più di 50 lingue diverse. La loro utilità è però dubbia visto che esistono dei metodi per tradurre delle pagine web direttamente dal browser. Nel caso quindi un visitatore fosse genericamente interessato al contenuto di un nostro post, può benissimo tradurselo da solo con un click. Un'alternativa carina è quella di inserire delle bandierine di traduzione. E' quindi evidente che quando si parla di creare siti in altre lingue, non lo si fa con riferimento alla traduzione automatica di Google.

28 novembre 2010

Come trovare i codici ABI, CAB, CIN, IBAN, SWIFT e BIC di qualsiasi banca italiana.

Coloro che hanno blog con delle affiliazioni pubblicitarie ben presto si troveranno di fronte alla necessità di comunicare gli estremi del proprio conto corrente ai vari programmi. Ci sono alcune differenze ma sostanzialmente il dato con cambia. Con Adsense si possono ricevere i pagamenti anche con assegni bancari mentre con Heyos si può comunicare la email collegata al nostro account Paypal. Il sistema di pagamento più complesso è quello di eDintorni che prevede lo scaricamento di un modulo e la sua compilazione con tutta una serie di codici.

Farsi pagare mediante bonifico bancario è comunque l'opzione più efficiente visto che le spese del trasferimento di fondi sono a carico della società di affiliazione. Con Adsense e Heyos bisogna comunicare i codici IBAN e SWIFT, quest'ultimo si chiama anche BIC, mentre eDintorni pretende di conoscere anche i codici ABI, CAB e CIN della Banca in cui hai il conto corrente.

Se avete sottomano il saldo o comunque dei movimenti di conto corrente che vi sono stati inviati dalla Banca tramite lettera, potete verificare se sono presenti anche questi codici. In genere quello IBAN e quello SWIFT vengono acclusi a questo tipo di comunicazioni. Mettiamo però il caso che non riusciate a ottenere tutte le informazioni che vi richiedono. Avete due strade da percorrere. La prima è quella di recarvi presso lo sportello bancario che frequentate e chiedere direttamente questi dati. La seconda, molto più rapida, è quella di trovarli in rete. Si deve ovviamente partire dal presupposto che conosciate il nome della Banca, almeno quello della Via in cui è ubicata la filiale e il numero del vostro conto corrente.

27 novembre 2010

Inserire nel blog un widget per iscriversi al nostro canale di Youtube.

Molti blogger usano delle sinergie molto interessanti tra il loro sito e Facebook, segnatamente la pagina fan creata appositamente. Altri invece prediligono collegare i contenuti del blog ai video del loro canale su Youtube. Ci sono quelli che fanno entrambe le cose e questa è certo la cosa più giusta. Potrei fare molti esempi ma mi limito a segnalare i blog di cucina che, oltre ad avere la pagina ufficiale su Facebook, hanno un canale in cui mostrano i video per la realizzazione pratica delle loro ricette e quelli che si occupano di tutorial make-up che postano su Youtube i video per illustrare il procedimento dei vari maquillage.
In questo caso è opportuno creare un metodo di pubblicità reciproca: su Youtube si pubblicizza il blog e la pagina fan inserendo dei link in tutti i video postati, nella pagina fan si fa la stessa cosa per il sito e il canale di Youtube. Nel blog si deve mostrare ai nostri lettori che abbiamo anche una pagina ufficiale su Facebook e un canale su Youtube che sono collegati ai contenuti del blog e che gli fanno da supporto.
Nel caso di Facebook, si inserisce il widget del Like Box che è l'ideale per mostrare anche quanto siamo seguiti anche su quel social. In occasione del raggiungimento del miliardo di click di condivisione, quelli di Youtube hanno messo a disposizione dei blogger un widget per pubblicizzare li loro canale su Youtube.

Instant Firefox per avere Google Instant anche su questo browser.

Da qualche settimana Google ha lanciato Google Instant che permette di visualizzare i risultati delle ricerche contestualmente al digitare della parola chiave. E' noto che questo strumento funzionava solo co Google Chrome. E' stata da poco resa disponibile una estensione per Firefox che consente di avere questa opzione anche sul browser di casa Mozilla.

Instant Firefox si installa come tutti gli addon di Firefox e si riavvia il browser. Se ci si reca nella pagina di Google si potranno così visualizzare i risultati in modo istantaneo

google-instant-firefox

26 novembre 2010

Aggiornare Microsoft Office Live Workspace a Office Live SkyDrive.

Se avete un account Windows Live contestualmente ne avrete anche uno per Office Live Workspace e un altro per SkyDrive con gli stessi dati di accesso. Probabilmente vi sarà già arrivata una email con la notifica che entro due settimane l'account Office Live Workspace sarà trasferito su SkyDrive. Questo comporterà la possibilità di archiviare in rete fino a 25GB di documenti, editarli e condividerli. Per saperne di più leggiti il tutorial su Workspace.

Questa migrazione si può effettuare anche subito accedendo a Office Live Workspace e cliccando su Aggiorna ora, link posto in alto a destra. Dopo una mezzoretta sarete avvertiti via email che il passaggio è stato completato. Vi sarà anche inviato il collegamento per l'accesso al servizio. Per poterlo utilizzare bisogna avere Internet Explorer, Firefox o Safari ma non Chrome. Dovranno essere inserite le vostre credenziali di accesso che poi sono le stesse per tutti gli account Live. Se nel browser avete già i cookie non saranno necessarie neppure quelle. Cliccate su Documenti Recenti in SkyDrive oppure su Crea documenti di Word, Excel, Powerpoint e OneNote

documenti-skydrive

Inserire una mappa di Bing in un post con Windows Live Writer 2011.

Mi sono ripromesso di illustrare un poco per volta le novità che sono presenti su Windows Live Writer 2011 rispetto al predecessore Windows Live Writer prima versione. All'inizio mi sembrava tutto più o meno identico ma vedo che sono presenti opzioni molto interessanti per arricchire il post che non c'erano nella suite precedente. Dopo aver parlato del differente modo per inserire i tag alt e title nelle immagini, eccomi a illustrare come si possa inserire una mappa in un articolo. Ovviamente si tratta di una mappa di Bing, il che non è un problema visto che ho già pubblicato un post che spiega come inserire una mappa di Google Maps.

Nella Barra Multifunzione, o Omnibar o Ribbon, se si clicca sulla scheda Inserisci, si visualizza l'icona della Mappa insieme a quelle delle Immagini, Album, Video e Emoticon 

mappa-bing-windows-live-writer

Se ci si clicca sopra si apre un'anteprima della mappa che per default sarà formata dall'intero globo

25 novembre 2010

Come farsi indicizzare foto e immagini da Google e dagli altri motori.

In un articolo di pochi giorni fa ho affrontato il tema su come ottimizzare un articolo in ottica SEO per posizionarlo al meglio nei risultati delle ricerche. In quel post ho parlato di quanto sia utile, oserei dire indispensabile, utilizzare il tag ALT, esattamente nel punto 5). Analizziamo più in dettaglio questo aspetto specialmente per gli utenti di Blogger. Ricordo che il tag Title è quello che serve per inserire il testo che si visualizza quando si punta l'immagine con il mouse mentre il tag Alt è la scritta che si vede quando il browser non ha ancora caricato la foto o non riesce a farlo.

Se inseriamo una immagine in un articolo con l'editor di Blogger si può scegliere se caricarla dal computer, da Picasa o dal web inserendone l'URL

immagini-inserimento blogger

In ogni caso se andiamo su Modifica HTML che è accanto a Scrivi, vedremo che non è presente né il tag title né il tag alt

DropBox per condividere file con più computer e con tutto il web.

Avevo già parlato diffusamente di Dropbox in un articolo di presentazione del servizio di hosting, considerato che ultimamente sono stati apportati numerosi miglioramenti forse è il caso di riprendere il discorso. Le caratteristiche del servizio in sintesi sono:
  1. Occorre scaricare e installare un software da poco meno di 13MB in tutti i computer in cui vogliamo condividere i file
  2. Ci sono 2GB di spazio di storage a disposizione gratuitamente che possono diventare fino a 100GB per gli utenti a pagamento
  3. Si possono sincronizzare file di ogni tipo e dimensione
  4. E' multipiattaforma e funziona con OS Windows, Mac e Linux
  5. Ci sono anche le versioni mobili sotto forma di applicazioni per smartphone iPhone, iPad, BlackBerry e Android. In sostanza se usate molto i dispositivi mobili potete accedere ai file che avete caricato su DropBox.
  6. Se usate più computer, invece di trasferire file da uno all'altro mediante pendrive o simili potete caricarli su DropBox e saranno accessibili da tutti i computer dopo aver effettuato l'accesso
  7. La cartella dei file di DropBox si chiama di default My DropBox e viene creata come sottocartella di Documenti. Questo negli OS Windows.
  8. Una icona DropBox sarà visualizzabile nella barra di stato per accedere immediatamente all'account
  9. Sarà possibile caricare file o cartelle anche solo attraverso il drag & drop con il mouse
  10. Naturalmente occorre creare un account gratuito mentre il software può essere scaricato dalla homepage

24 novembre 2010

Cercare parole in Windows Live Writer 2011 con Trova.

Quando si apre una pagina del browser e si vuole cercare un termine basta cliccare su F3 o pigiare su Ctrl+F per far apparire una finestrella in cui digitare il termine o la parola che si sta cercando. Questo metodo è di importanza fondamentale quando si lavora per esempio con il modello di Blogger e si vuole cercare una riga di codice prestabilita. Per questo è consigliabile anche aggiungere dei commenti nel codice (Es: <!-- Testo -->)  se si fanno delle variazioni. Basta ricordarsi il nome della modifica e si trova subito il blocco di codice corrispondente.

cercare-parola-chrome-firefox

Se si apre un documento in PDF esiste la funzione Cerca per trovare una parola o una frase al suo interno. Esiste una funzione analoga anche in Notepad++ per aiutare i programmatori a editare file css, xml, javascript, php, ecc.

Youtube Instant e Youtube Loop per visionare i video quando si digitano le parole chiave.

Certamente avrete sentito parlare di Google Instant, la nuova funzionalità di Google che consente di visionare i risultati immediatamente dopo che vengono inseriti dei nuovi caratteri. C'è da credere che quelli di Google stiano già pensando a una cosa simile anche per la ricerca su Youtube. Intanto sono nati due siti e un add-on che hanno caratteristiche simili a Google Instant nelle ricerche dei video su Youtube.

Youtube Instant in automatico mostra un video relativo a una parola chiave molto ricercata (per esempio Lady Gaga). Quando si digita una o più keyword vengono visualizzati i video relativi

youtube-instant[5]

NatGeo Wallpaper Downloader per scaricare più di 5000 sfondi del National Geographic con un solo click.

Se siete amanti della natura e delle belle foto allora vi consiglio di visitare il sito del National Geographic. Nella sezione Photography sono a disposizione una gran quantità di immagini affascinanti e di alta risoluzione. Ciascuna foto può essere condivisa su social quali Facebook, Twitter, GoogleBuzz, Digg o StumbleUpon.

Molti di voi avranno anche visto i documentari che sono presentati nei canali di Sky a partire dal numero 401 e che sono quanto di meglio si possa vedere sull'argomento natura, antropologia e documentari vari. Adesso è disponibile anche un piccolo programma per tutte le versioni di Windows che permette di scaricare con un solo click migliaia di immagini da utilizzare come wallpaper.

Scaricare queste immagini così grosse può essere particolarmente lungo anche se si ha una connessione veloce. In questa pagina potete scaricare l'ultima versione del programma di download oppure potete farlo direttamente da qui. Dopo aver scaricato la piccola applicazione, 720kB, se ci si fa doppio click si apre il NatGeo Downloader

Megamenù: alternative per l'installazione nei diversi modelli di Blogger.

Il Megamenù orizzontale che ho presentato ieri ha avuto un discreto riscontro tra i lettori. C'è chi lo ha installato senza problemi e chi invece non è riuscito nel compito perché ha un blog con un modello vecchio. Credo sia opportuno fare delle precisazioni per aiutare più persone possibili che siano interessate a inserirlo nel template.
  1. Ho testato il menù solo su alcuni nuovi modelli e su un vecchio template che ho in Bacheca per fare dei test. Si tratta del modello Tekka. Non posso quindi affermare se il menù sia installabile o meno in altri modelli del passato perché non ho a disposizione il file XML per poter effettuare dei test. Posso solo dire che lo è certamente nel modello Simple del Designer Modelli e in tutti gli altri che da questo derivano .
  2. Prima di tentare di inserire il menù, è bene salvare il modello e togliere eventuali altri menù che siano presenti. Non mi riferisco solo al gadget HTML/Javascript ma soprattutto agli script e ai CSS incollati nel modello sopra alla riga </head>. Tali javascript potrebbero interferire con quelli di questo menù, anzi è probabilissimo che lo facciano.
  3. Nel caso che il menù non si visualizzasse correttamente anche con l'installazione dopo aver fatto pulizia menù precedenti, si può provare la seguente installazione alternativa che ha anche il pregio di poter personalizzare i colori dello stesso menù.
Andate quindi su Design > Modifica HTML e salvate il modello. Cercate la riga
]]></b:skin>
e, immediatamente sopra, incollate il seguente codice

23 novembre 2010

Menù Orizzontale per template creati con il Designer Modelli di Blogger.

Mi sono cimentato spesso nella realizzazione di menù. Ne ho presentati a soffietto, laterali estendibili, estendibili su tre lati, orizzontali e multilivello. Il concetto è stato sempre quello di caricare i file javascript e CSS in un hosting esterno. Con i nuovi modelli creati con lo strumento Designer di Blogger, alcuni di questi codici non funzionano più. Sarà mia cura nei prossimi post di trovare delle alternative per chi ha scelto questa nuova opzione.
Oggi presento un menù orizzontale che ha però caratteristiche particolari. E' stato creato utilizzando la libreria JQuery con un occhio, se non tutti e due, agli utilizzatori di Wordpress e ai siti di presentazione di prodotti e brand commerciali. Ho modificato alcune cose per adattarlo a Blogger. Ecco uno screenshot di come si presenta
menù-megamenù

22 novembre 2010

Come scoprire e proteggerci da chi ci copia articoli o immagini dal blog.

Dai commenti che leggo quotidianamente su questo blog o altri siti e da alcune discussioni che sono state aperte sui forum o su Facebook, ho potuto constatare che quello del subire furti di contenuti o di interi articoli del blog sia un tema molto sentito. C'è chi pensa che bloggare sia una cosa semplice e che sia legittimo, anzi da furbi, fare il copia-incolla di post creati da altri. E' invece evidente che non è così e che la cosa, non solo è proibita dalla legge, ma è anche passibile di sanzioni che vengono direttamente dal web sotto forma di penalizzazione da parte dei motori di ricerca, esclusione da parte di servizi gratuiti di blogging e disattivazione di account di affiliazione pubblicitaria. Mi era già occupato dell'argomento plagio ma un ulteriore post penso possa essere cosa gradita.
Andiamo con ordine e cerchiamo di fissare quali sono i comportamenti illeciti, o presunti tali, più comuni:
  1. Articoli che riprendono le idee che hai espresso in un tuo post, ne ricalcano lo sviluppo ma non hanno periodi o intere frasi copiate dal tuo articolo
  2. Immagini o video che hai creato tu che vengono copiati e inseriti in altri articoli senza la tua autorizzazione.
  3. Interi post che con il copia-incolla vengono ripubblicati pari pari da un altro sito senza inserire un link attivo di attribuzione
  4. Tutti gli articoli del blog vengono ripubblicati automaticamente attraverso l'acquisizione dei feed

20 novembre 2010

Migliorare il posizionamento di un articolo agendo su parole chiave, titolo e link.

Il SEO, acronimo di Search Engine Optimization, è tutto l'insieme delle attività messe in campo dagli webmaster tese ad aumentare il traffico verso un sito web. Per la maggior parte dei siti, le visite che provengono dai motori di ricerca rappresentano la grande maggioranza e raggiungono punte del 90% e oltre. Per questo blog la percentuale attualmente è dell'83%. In un singolo post non voglio né posso affrontare tutte le tematiche che sono racchiuse in questa che è una vera e propria disciplina scientifica ma solo indicare delle linee guida essenziali che possono portare benefici senza nessuno sforzo particolare.
Il successo o il fallimento di un blog dipende in larga misura da come viene percepito e indicizzato dai motori di ricerca. Bisogna quindi cercare di mostrare il blog in modo tale che appaia attrattivo agli occhi dei motori. Ciascun articolo ha al suo interno delle parole chiave che lo caratterizzano oltre a quelle che caratterizzano il sito nel suo complesso.
Da esperimenti effettuati sembra che la densità delle parole chiave non giochi un ruolo decisivo nella determinazione della SERP, è comunque importante, quando si scrive un post inserire più volte le keyword con cui vogliamo che venga trovato. Riporto di seguito, un po' alla rinfusa lo ammetto, alcuni suggerimenti tratti da Seomoz che è una specie di Bibbia per tutti coloro che si occupano di SEO.

19 novembre 2010

Come personalizzare o nascondere la Navbar negli ultimi modelli di Blogger.

La Barra di Navigazione è quell'iFrame orizzontale che si vede nella parte alta dei blog su Blogger. Sembra che negli ultimi modelli il metodo per nascondere la Navbar, così si chiama, non funzioni più bene. Vediamo quindi in dettaglio come personalizzarla, per chi la ama, e come nasconderla per chi non la sopporta. La barra ha diverse funzioni che sono oggettivamente utili e quindi, da questo punto di vista, mantenerla adattandola al blog sarebbe la scelta più giusta

navbar-blogger

Se non siamo loggati, si visualizza la scritta Entra che muta in Esci dopo che si è eseguito l'accesso. La casella di ricerca serve per trovare articoli del blog che hanno una data parola chiave. Gli articoli sono consultabili anche incollando nel browser un indirizzo come questo

http://nomeblog.blogspot.com/search?q=query

18 novembre 2010

WebInpaint per cancellare oggetti o persone indesiderate dalle foto.

In un precedente articolo avevo parlato di Inpaint come di un programma per eliminare oggetti o volti indesiderati dalle foto . Pensate a una ragazza che si è lasciata con il fidanzato, le piace ancora guardare le foto delle vacanze che hanno fatto insieme in una isola greca ma non vuole più vedere la faccia dell'ex e soprattutto non vuole che la vedano gli altri.

Inpaint pur essendo un programma piccolo, era però a pagamento e lo avevo ottenuto solo attraverso una delle promozioni quotidiane di Giveaway Of The Day. Da alcune settimane è però disponibile la versione online che è completamente gratuita.

WebInpaint è ancora in Beta ma i test che ho fatto hanno dato dei risultati veramente eccellenti.  I passaggi da fare sono i seguenti

  1. Caricare la foto da correggere andando sul bottone Load Image
  2. Selezionare l'area che si vuole eliminare con il mouse come se fosse una gomma da cancellare
  3. Si clicca sul pulsante Inpaint per avviare il processo
  4. Si scarica la foto cliccando sull'icona a forma di floppy disc

Come volare dal satellite sulla nostra casa con Google Earth.

Google Earth è già alla versione numero 5 e può essere scaricata gratuitamente. Si può considerare come una sorta di Google Maps  resa molto più realistica. Ho già illustrato come se ne possano inserire i widget nel blog, si possa esplorare l'Oceano o viaggiare nell'Antica Roma.

Il programma ha una quantità notevolissima di funzioni che si possono scoprire accedendo alla guida di Google Earth. Ci sono anche delle esercitazioni per prendere più confidenza con questo mezzo straordinario. Dopo aver aperto il programma la schermata che ci appare è simile a questa

google-earth

17 novembre 2010

FeedBurner come iscriversi e come usarlo per feed e newsletter.

Google qualche tempo fa acquistò FeedBurner, il miglior servizio per la gestione dei feed. Le modifiche che sono state apportate riguardano

  1. L'accesso al servizio con un account Google
  2. L'implementazione della pubblicità Adsense anche nei feed
  3. Una nuova interfaccia sullo stile di quella di Adsense

Per iniziare ci si reca su FeedBurner e si accede con le nostre credenziali GMail. Se non avete ancora inserito dei blog vedrete solo una casella come questa

feedburner

in cui dovrà essere incollato l'URL del blog e cliccato su Next. Il quadratino "I am a podcaster" serve solo per quei siti che offrono dello streaming multimediale. Si clicca su Next per passare alla schermata successiva che sarà una pagina di benvenuto in cui scegliere il formato dei feed. E' sempre meglio scegliere quello Atom che è anche predefinito

16 novembre 2010

Come usare la ricerca di Google per fare calcoli, conoscere le previsioni del tempo, le quotazioni di borsa, gli avvenimenti sportivi, ecc.

Su Google oltre che fare delle ricerche si possono fare anche dei calcoli. Si imposta l'operazione e si clicca su Invio o si va su Cerca su Google. Se si ha Chrome e Google Instant non occorre neppure cliccare perché appare il risultato automaticamente

google-calcolatrice

Possono essere fatti sono tutti i calcoli aritmetici ricordando che la moltiplicazione deve essere indicata con un asterisco [*] e la potenza con un accento circonflesso [^]

Ottimizzare le entrate pubblicitarie con lo studio del comportamento di coloro che cliccano sui nostri annunci.

Vi siete mai chiesti chi sono coloro che cliccano sui vostri annunci pubblicitari? Sono coloro che hanno trovato interessante e completo il vostro articolo? Sono coloro che leggono e analizzano il vostro post per molto tempo o coloro che lo guardano solo per pochi secondi? La mia esperienza non solo di blogger ma anche di lettore degli articoli altrui mi fa ritenere che le cose siano molto articolate e che non si possano ricavare leggi valide per tutti i siti ma che comunque si possano usare accorgimenti per ricevere più click di quelli che otteniamo.

Partiamo dalla analisi dei dati di Google Analytics di questo blog nella sezione Visitatori > Fedeltà dei lettori > Durata della visita. Benché la durata media sia magari un un minuto e mezzo circa ci sono persone che stanno ore su un post e altri navigatori che lo lasciano dopo pochi secondi. Questi ultimi sono la grande maggioranza e ritengo che sia così per tutti i blog

Come aumentare il numero degli amici su Facebook.

Chi mi segue su questo blog sa che a me piace sperimentare e sa anche che i risultati dei test poi li pubblico condividendoli con i lettori. Su Facebook fino a un mesetto fa avevo solo una cinquantina di amici mentre vedevo persone che ce ne avevano centinaia se non migliaia. Mi sono posto il problema di come aumentare le amicizie. E' lo stesso Facebook che in Home ti presenta un elenco delle persone che potresti conoscere, con avatar e link per aggiungerle come amiche. C'è anche l'opzione Mostra Tutti per visionare tutti i potenziali amici che ha selezionato Facebook per te.

amici-facebook

L'algoritmo in linea di massima ti mostra le persone che hanno amicizie in comune con te ma, altre volte ti invita a diventare amico di utenti che usano Facebook da poco o che hanno poche amicizie. Ho quindi aggiunto come amici un numero esagerato di persone, alcuni hanno accettato altri no. Ho continuato per circa una settimana e il risultato è stato che Facebook mi ha impedito di aggiungere nuovi amici per due giorni visto che questa cosa è stata interpretata come spam, direi anche giustamente.

Facebook lancia la sua email, come funzionerà e come avere un invito.

Mark Zuckerberg, nella conferenza stampa di di ieri ha illustrato a grandi linee come sarà il servizio email di Facebook, ammesso che si possa ancora parlare di email Sorriso. Il servizio sarà chiamato Facebook Messagges, Messaggi di Facebook in italiano. Ci sarà una integrazione delle funzionalità tipiche dei messaggi di posta con quelle della chat potendo passare da una opzione all'altra senza soluzione di continuità. Anche su GMail si può chattare ma occorre aprire una nuova finestra e questa funzione è indipendente dal servizio di posta elettronica. Anzi in GMail è addirittura possibile iniziare delle sessioni di videochat.

Quando il nuovo servizio sarà a regime potremo avere un account del tipo username@facebook.com e ci sarà l'opportunità di filtrare i messaggi con diverse opzioni di priorità. Attraverso la gestione della privacy potremo selezionare chi ci potrà inviare messaggi e chi non lo potrà fare, rendendo per esempio disponibile questa opzione solo agli amici.

La scommessa di Facebook è che le persone si innamorino progressivamente di questo modo di interagire più immediato e più ricco di una arida email e decidano di usarlo sempre di più. Ecco il video di presentazione

15 novembre 2010

Cos'è e quando effettuare un backorder.

Guest post scritto da Roberto Pala, consulente SEO Specialist.


Nell'ultimo periodo, si fa un gran parlare di backorder, ma cos'è questo sconosciuto? Il termine backorder viene impiegato per descrivere l'azione con la quale viene recuperato un dominio in scadenza. Oggi, in particolare, parleremo di quando effettivamente conviene effettuarne uno.

Nel nostro paese, successivamente al lancio sul mercato del nuovo servizio di backorder (il primo in Italia), abbiamo parlato e sentito parlare spesso di questa pratica ma altrettanto spesso viene impiegata in maniera non precisa e non proficua.

Iniziamo dalla causa primaria che porta al backorder, un dominio che ci interessa e che reputiamo di valore adeguato, si avvicina alla sua scadenza. In questi casi, il recupero del dominio è giustificato dall'interesse personale e quindi non possiamo discuterne. Ci sono altri casi invece, in cui il backorder viene effettuato per il fascino incomprensibile che suscita in noi quel determinato dominio e non tanto per il valore reale che noi attribuiamo allo stesso. Un dominio per avere un valore reale deve avere alcune caratteristiche importanti come ad esempio chiavi contenute, lunghezza, estensione ect. ma nel momento in cui si parla di backorder queste non bastano o almeno non sono certo le sole da tenere in considerazione.

14 novembre 2010

Periodic Table of Videos: la tavola periodica con un video per tutti gli elementi.

La tavola periodica degli elementi fu introdotta da Mendeleev nel 1869. All'inizio conteneva molti spazi vuoti che poi i chimici hanno riempito con la scoperta di nuovi elementi. Ho già presentato delle tavole periodiche in versione web ma The Periodic Table of Videos è veramente unica come concetto e come impatto euristico. Gli studenti di chimica sanno che non è semplice ricordarsi le caratteristiche di ciascun elemento specie se fa parte dei gruppi meno conosciuti.

L'idea dei creatori di questo sito è quella di presentare ciascun elemento con un video per creare delle associazioni mnemoniche e per fornire ulteriori informazioni.

periodic-table-of-videos

Comic Master per creare facilmente cartoni e strisce di fumetti online.

Siete appassionati di fumetti solo come lettori o vi piacerebbe provare a creare qualche striscia da soli? I comics hanno un largo seguito tra persone di tutte le età e di tutti i livelli di istruzione ma se, oltre che nella lettura, volete cimentarvi in una realizzazione personale vi consiglio Comic Master che vi permetterà di creare online il vostro racconto illustrato.

Si inizia scegliendo il layout della striscia quindi si caricano le immagini. Si possono scegliere gli sfondi e naturalmente aggiungere del testo nelle classiche nuvolette. Occorre seguire il percorso guidato offerto dal servizio visibile sulla sinistra del layout della striscia

comic-master

Dopo la scelta del modello della striscia, si inseriscono i background quindi i personaggi (chararacters), il testo e gli effetti speciali. Si potrà sempre andare in Main Menù per modificare o aggiungere qualcosa.

Se però siete veramente appassionati di questo argomento vi consiglio di provare tutti i tool online per creare fumetti.

Fonte | MakeUseOf -

Docs.com per condividere documenti con amici o gruppi di Facebook.

Da tempo Google ha messo a disposizione degli utenti Google Documenti che è un ottimo servizio online per editare pagine di testo, presentazioni, fogli di calcolo, ecc. C'è stata la risposta della Microsoft che, alleata di Facebook, ha creato Docs.com, un tool in cui si possono editate documenti complessi senza avere nel computer Word, Excel o Powerpoint. Per accedere occorre avere un account Microsoft

docs.com

Non è compito di questo post spiegare nel dettaglio come creare un singolo documento. Vorrei soffermarmi sulle sinergie create attraverso la connessione a Facebook. Facciamo l'esempio di cliccare sull'icona di Word per editare un documento rich text. Gli strumenti di editing sono praticamente gli stessi stessi di Word 2010 con poche eccezioni (per esempio manca Equation Editor)

13 novembre 2010

F1 è un addon di Firefox per condividere pagine web su Facebook, Twitter e GMail.

Quando navighiamo sul web ci capita di voler immediatamente far conoscere una notizia o comunque un link ai nostri amici. Spesso nelle pagine sono presenti il classico Mi Piace per Facebook o il pulsante ufficiale di Twitter. Non in tutti i siti però sono visibili e comunque, se li utilizziamo, non possiamo aggiungere una nota di commento alla pagina che condividiamo o spediamo per email.

Per Chrome esiste l'eccellente componente aggiuntivo Google Share Button che permette di fare tutte queste operazioni con un solo click. Sono stati gli stessi tecnici di Mozilla a creare qualcosa di simile per Firefox. L'addon F1, che funziona anche con Firefox 4 Beta, consente di postare su detti social con un click.

E' disponibile la versione 4.0b7 Beta di Firefox in italiano.

Il mercato del browser sta vivendo momenti di grande fermento. Chrome è arrivato alla versione 7 in men che non si dica mentre la Microsoft sta testando con un certo successo Internet Explorer 9 Beta. Quelli di Mozilla non stanno fermi e hanno già messo in rete la versione 4 di Firefox.

E' disponibile anche in italiano e la novità che salta subito agli occhi è che è stata adottato un sistema di schede  (quasi) indipendenti già inaugurato da Chromium e poi da Chrome. E' presente in alto il pulsante Firefox per fare un sacco di cose mostrate nel menù a tendina che si apre cliccandoci sopra

firefox-4

Come rimuovere completamente gli antivirus Norton, Panda e McAfee e sostituirli con AVG o Microsoft Security Essentials.

Quando acquistate un computer nuovo, quasi sempre sarà preinstallato un programma antivirus in versione trial. Nel senso che dopo un certo periodo di tempo, solitamente due o tre mesi, per continuare a avere la protezione dovresti pagare una mensilità o acquistare il programma dal produttore. Ognuno può naturalmente fare le scelte che crede ma esistono degli antivirus completamente gratuiti che non hanno nulla da invidiare a quelli a pagamento, inoltre sono spesso meno invasivi e rallentano di meno le performance del computer.

Una delle aziende che usa questo tipo di promozione per attirare i clienti è la Norton della Symantec. Il mio consiglio è quello di rimuovere l'antivirus immediatamente andando in Pannello di Controllo > Programmi > Disinstalla un programma

disinstalla-programma

12 novembre 2010

38 siti in cui creare fotomontaggi divertenti con le nostre foto.

Il web è pieno di applicazioni gratuite per generare dei fotomontaggi divertenti a partire da delle nostre immagini o da quelle di un amico. Ho scritto una gran quantità di articoli sull'argomento e, alla luce di nuovi servizi che sono apparsi e di altri che invece hanno cessato l'attività, ho pensato di scrivere un post per elencare tutti quelli di cui sono a conoscenza. Molti di questi sono già stati recensiti quindi ci sarà il link all'articolo relativo, di altri ne illustrerò le caratteristiche principali.

FunnyWow: Per creare fotomontaggi divertenti e che supporta la lingua italiana. Il concetto è quello di scegliere un modello, di caricare una nostra foto e di inserirla in uno dei tanti contesti presenti. Ha quasi 100 modelli. Vai a FunnyWow -

Photofunia: E' stato uno dei primi e ancora adesso è tra i servizi che offrono la scelta più ampia di situazioni divertenti. Anche in questo caso è supportata la lingua italiana e i modelli presenti sono più di cento. Sono disponibili anche modelli che creano delle immagini animate molto accattivanti. Vai a Photofunia -

LoonaPix: E' un sito specializzato nell'inserire foto in cornici molto particolari. Il sistema è quello di caricare la foto e di scegliere il modello. Sono disponibili varie sezioni e visibili le scelte più comuni degli utenti. Vai a LoonaPix -

Clip Your Photos: Si possono modificare foto in sei modi diversi, iModivate, Ripples, Face Bender, Bulk, Framer, Archivr che servono per creare poster motivazionali, per creare riflessi, per inserire la foto in un contesto divertente, per aggiungere cornici e per creare effetti distorsivi. Vai a Clip Your Photos -

Blekko il nuovo motore di ricerca che elimina lo spam e scopre chi ti copia.

Google sta dominando il mercato della ricerca da anni ma non bisogna dimenticare che è nato durante il massimo splendore del suo concorrente Yahoo!. Quindi l'idea di creare un motore di ricerca innovativo non è detto che sia destinata inesorabilmente al fallimento. Lo dimostrano i buoni risultati di Bing ottenuti soprattutto negli USA.

E' notizia di una decina di giorni fa la nascita di Blekko, un motore di ricerca con gli slashtag, così almeno di definisce. L'idea alla base del progetto sta nella introduzione di tag per eliminare risultati di spam o non interessanti per il navigatore. E' evidente che per utilizzarlo al meglio bisogna avere la "patente" nel senso che bisogna conoscerne le caratteristiche.

In sostanza quando si fa una ricerca, dopo la parola chiave, occorre inserire una etichetta insieme a una slash (/) per affinare i risultati (es: ideepercomputeredinternet/blogger). Da alcuni brevi test che ho effettuato per il momento l'utilità è palese solo se si usano keyword di lingua inglese, bisogna considerare però che siamo solo agli inizi. Le slashtag  vengono create dagli utenti dopo che si sono loggati e questa è un po' una rivincita della manualità sull'algoritmo. Per registrarsi è sufficiente un username, una password e un indirizzo email

11 novembre 2010

Effetto Facebox per i nuovi modelli di Blogger e compatibile con Google Friend Connect.

Gli effetti Lightbox e Lytebox sono molto affascinanti e permettono di creare gallerie di immagini inserendone soltanto le miniature che poi si aprono con il click del mouse. Hanno la controindicazione di non essere compatibili con molti nuovi modelli e di andare in conflitto con Google Friend Connect visto che il widget dei lettori utilizza uno script molto simile.
Ho scovato un altro effetto, denominato Facebox, che è di minor impatto visivo, ma ha il vantaggio di essere facilmente installabile nei nuovi template di Blogger creati con il Designer Modelli, di essere compatibile con Google Friend Connect e di funzionare con tutti i browser. Per quanto riguarda IE l'ho testato con IE 9 Beta ma non dovrebbero esserci problemi neppure con IE7 e IE8.
Prima di procedere alla installazione andate a dare uno sguardo all'effetto nella pagina di demo che ho creato appositamente
Se si clicca su una miniatura di una immagine, questa diventa a grandezza naturale e si visualizza dentro una cornice grigia

10 novembre 2010

Come mostrare o non mostrare widget in homepage, nei post, nelle pagine statiche, nelle pagine di archivio e in un singolo articolo.

Con questo post cerco di fare un po' di chiarezza su informazioni che fino a questo momento erano frammentate in più articoli e che adesso ho deciso di riunirle in uno soltanto. Si può inserire un widget nel blog attraverso Design > Elementi pagina >Aggiungi un gadget o anche operando direttamente sul modello come per esempio quando si inserisce la pubblicità all'inizio e alla fine del post. Supponiamo come primo esempio che si sia inserito un gadget con la modalità offerta direttamente da Blogger. Si può trattare di una cosa qualsiasi come un menù orizzontale, il widget di benvenuto, lo slidewshow degli ultimi articoli, un orologio, un countdown o un banner di un sito amico.

In tutti questi casi si genererà nel modello un codice che inizierà con <b:widget id='HTMLX' … e che terminerà con </b:widget>. La X rappresenta il numero che individuerà in modo univoco il widget. Se avete inserito anche il titolo, vi sarà facile individuarlo nel codice, sarà sufficiente cliccare su F3 e digitarne il nome nella casella che si apre. Ecco un esempio di codice di un widget

widget-ultimi-articoli 

In questo caso si tratta del gadget degli Ultimi Articoli, ma la struttura sarà identica per tutti. Ho evidenziato il titolo del widget, il suo inizio, la fine e il suo ID. Sono presenti, evidenziate di celeste, le due righe

Google Instant Preview per vedere le pagine delle ricerche prima di aprirle.

Le ricerche su Google diventano sempre più articolate nel caso si usi Chrome come browser. Dopo l'introduzione di Google Instant ecco Google Instant Preview che consente di vedere l'anteprima di una pagina prima di aprirla. E' evidente che si tratta di una funzionalità utilissima in grado di far risparmiare tempo al navigatore. Accanto al classico risultato che mostra il titolo della pagina e il suo URL sarà visibile anche una icona a forma di lente. Se ci si clicca sopra, sulla destra si vedrà l'immagine cache della pagina. Questo ci darà ulteriori informazioni e ci aiuterà a decidere se è il caso di aprirla veramente oppure passare ad un'altra

google-instant-preview

Secondo i rilevamenti di Google questo meccanismo porterà a un aumento del 5% della probabilità di trovare la pagina giusta per le nostre esigenze. Questa feature non è ancora disponibile per tutti ma, se volete provarla già da subito, andate in questa pagina speciale.

09 novembre 2010

BridgeURL per condividere più URL con un solo link e presentarli con uno slideshow.

Ci sono applicazioni che sono carine altre che sono utili. Raramente in un servizio sono coniugate entrambe queste queste caratteristiche. BridgeURL è in questo senso una eccezione perché permette di postare un solo collegamento che ne contenga molti altri e permette di visualizzarli tramite  uno slideshow. Si tratta in sostanza di un accorciatore di URL come bit.ly o goo.gl ma le sue prestazioni vanno oltre come vedremo.

Dopo l'accesso al sito digitate il Titolo del vostro link e incollate tutti gli URL che vorrete riunire uno per riga

bridge-URL

Come test ho incollato una serie di immagini riprese con macchine fotografiche a altissima velocità. Dopo aver cliccato su Create Link si otterrà un collegamento che potrà essere incollato per esempio in un blog

08 novembre 2010

Alexa Rank per conoscere i siti più visitati d'Italia e del mondo.

Tutti conoscono il Page Rank che è la valutazione da 0 a 10 che Google dà di un dominio o di una singola pagina web. Più alto è il numero più autorevole è il sito. Questa valutazione però ha delle pecche non indifferenti

  1. Viene aggiornato una volta ogni tanto, senza scadenze precise. I siti appena nati possono aspettare anche mesi prima che gli venga assegnato un page rank
  2. I domini creati con un redirect riprendono il page rank dopo diverso tempo. Se per esempio si passa da un dominio miosito.blogspot.com a un dominio personalizzato, viene assegnato momentaneamente Page Rank 0 e quel momentaneamente può voler dire anche molti mesi.
  3. Il punteggio è poco dettagliato. Due blog che hanno lo stesso PR possono essere anche molto diversi in termini di autorevolezza e pagine viste. Per esempio tra il PR4 e PR5 non c'è il 4,1 o 4,6
  4. Gli stessi tecnici di Google invitano a non dare molta importanza al Page Rank per la valutazione di un sito (leggi Matt Cutts).

Una alternativa molto usata da webmaster, investitori pubblicitari e da tutti quelli che bazzicano il web per professione è l'Alexa Rank. L'algoritmo su cui si basa il punteggio assegnato ai vari siti da Alexa non è che sia noto ma si sa che è diretta conseguenza del numero delle pagine viste oltre che dei backlink ricevuti.

Cosa fare durante il passaggio da un sito Blogspot a un dominio personale.

La maggior parte delle persone che inizia la grande avventura del blogging sceglie un servizio gratuito. Non sto a elencare tutti quelli disponibili ma sono veramente tanti. I più usati sono Wordpress.com, Splinder e soprattutto Blogger, di proprietà di Google da diversi anni. E' notizia di qualche settimane fa che la Microsoft ha chiuso Live Space e ha dato la possibilità ai suoi 30 milioni di utenti di passare a Wordpress.com con pochi click.

I molti che hanno già compiuto questo passo facendo il redirect da miosito.blogspot.com a www.nomeblog.com, o si accingono a farlo, ho pensato che forse avrebbero bisogno di un articolo che fissi le priorità, i problemi, le possibili soluzioni e i dubbi che potrebbero sorgere durante questo passaggio.

Scelta del dominio

Questo è un aspetto molto importante che deve essere soppesato parecchio. Ci possono essere tre possibilità

  1. Il nostro brand è diventato molto conosciuto in rete
  2. Pur essendo conosciuti non lo siamo tanto da non poter cambiare "denominazione sociale"
  3. Il nome del blog è sostanzialmente diverso dal suo URL

07 novembre 2010

10+ trucchi fondamentali per Facebook.

Non sono un grande esperto di Facebook e neppure un grande appassionato però mi accorgo di usarlo sempre di più ogni giorno che passa e tutte le volte che va il tilt o diventa lentissimo (succede spesso) mi sembra che mi manchi qualcosa. Ho raccolto tutta una serie di informazioni e trucchetti a mio uso e consumo ma credo possano tornare utili anche agli altri frequentatori del social network.

Gestione delle richieste di amicizia

Facebook non dà informazioni sulle nostre richieste di amicizia pendenti e su quelle che sono già state ignorate. Arriva la notifica solo se la richiesta è stata accettata. UnFriendFinder è una estensione per tutti i browser (eccetto IE) che fornisce informazioni in tempo reale su chi ha ignorato la richiesta di amicizia e ti permette di vedere quelle che sono ancora in lista di attesa

richieste-amicizia-in-attesa

C'è anche la possibilità di cliccare su Disconnetti per annullare la richiesta senza dover andare nella Bacheca del potenziale amico. Il servizio ti fornisce anche, in tempo reale, i dati su coloro che ti tolgono dalla lista degli amici. Assolutamente da installare!

06 novembre 2010

Registrarsi a Google Analytics e collegare l'account a Adsense.

Mi sono reso conto che l'articolo che avevo dedicato a Google Analytics è ormai vecchio di quasi due anni e mezzo. Nel frattempo sono intervenute molte novità anche nell'acquisizione e nella implementazione del codice, ho quindi deciso di dedicare un altro post a questo eccezionale strumento per rilevare i dati statistici del blog. Il servizio è gratuito e per usufruirne occorre possedere almeno un sito e un account GMail con il quale accedere.

Se non siete ancora registrati andate nella pagina di accesso a Google Analytics e cliccate su Accedi a Google Analytics in alto a destra. Dopo aver inserito le vostre credenziali si aprirà la Bacheca che all'inizio sarà vuota, ma che potrà essere riempita con tutti i siti che avete interesse a inserire. Nel menù in alto a destra cliccate su Crea nuovo account 

account-google-analytics[5]

Successivamente andate su Registrati, quindi dovrete riempire un modulo con i dati riguardanti il sito cioè l'indirizzo, il nome e la zona di residenza. In modo automatico viene così settato anche il fuso orario.

modulo-google-analytics

 

05 novembre 2010

Come mantenere sempre freschi e attuali i post più visitati.

Chi ha uno o più blog da diversi mesi se non da anni si sarà reso conto che pochi articoli monopolizzano da soli la gran parte degli arrivi sul blog. Se si usa Google Analytics o le nuove statistiche di Blogger ce ne possiamo rendere conto facilmente; per esempio andando in Bacheca > Statistiche > Post e guardando i grafici presenti nella videata. Quasi mai gli articoli più visti sono quelli più recenti perché i motori di ricerca hanno bisogno di digerirli, i lettori di commentarli, di linkarli e di condividerli.

In genere dopo la pubblicazione di un post si assiste a un progressivo aumento delle visite giornaliere che raggiungono un loro culmine per poi stabilizzarsi. Inevitabilmente dopo un po' ci sarà  un declino che potrà essere più o meno rapido e sarà dovuto alla pubblicazione di pagine più fresche su quell'argomento. Sembra che per Google abbia grande importanza anche il gradimento dei lettori verso un determinato post. Gradimento che viene misurato anche in funzione di quanto tempo i lettori rimangono in quella data pagina. La "parabola" del numero delle visite che riceve un post può avere un andamento che dura una sola settimana o anche degli anni.

La maggior parte degli articoli non avrà mai una gran mole di visite ma ce ne sarà sempre qualcuno che, per qualche strana alchimia, verrà benvisto dai motori che lo posizioneranno ai primi posti nei risultati di ricerca. Questo in genere accade per gli articoli particolarmente ricchi di contenuti, però ci sono anche delle eccezioni. Questi post vengono definiti "articoli pilastro"; delle volte sono costruiti e pubblicati coscientemente, spesso lo diventano per quella dose di imperscrutabilità che è presente in Google.

Novità sulle pagine fan di Facebook: scheda spam e eliminare il Mi Piace.

Senza particolari annunci, Facebook ha portato delle modifiche alla gestione delle pagine fan che riguardano un modo più semplice per togliere il Mi Piace e l'introduzione della scheda Spam, visibile solo agli amministratori. Quando in Home vedete un post in arrivo da una pagina fan, si può cliccare sopra alla crocetta posta sulla destra. Si aprirà un menù che permetterà di selezionare tra varie opzioni

pagina-fan-elimina-mi-piace

che consentono di

  1. Nascondere quel singolo post
  2. Nascondere tutti i post di quella particolare pagina ufficiale
  3. Segnalarla come spam 
  4. Cliccare su "Non mi piace più".

E' disponibile il download di Internet Explorer 9 Beta in italiano.

Sembra che con la nuova versione Beta di Internet Explorer la Microsoft abbia finalmente intrapreso la strada giusta. Secondo il W3C i test dimostrerebbero che Internet Explorer 9 Beta è migliore rispetto a tutti i concorrenti per quanto riguarda i nuovi standard HTML5. Successivamente lo stesso W3C ha fatto notare che lo strumento usato per le misurazioni è ancora instabile e quindi ci sono dei dubbi sui dati, fatto sta che non avevo mai visto IE in testa a qualche classifica che riguardasse le performance mentre è stabilmente primo per l'utilizzo anche se sembra vicino a scendere sotto la soglia psicologica del 50%.

Per scaricare il browser ci si deve recare nella pagina delle Versioni internazionali di Internet Explorer 9 Beta e, nella riga relativa alla lingua italiana, selezionare la versione del nostro sistema operativo

internet-explorer-9-beta

quindi cliccare su Download. Come per Microsoft Live Essentials anche per questo browser è necessario avere Windows 7 o Windows Vista con Service Pack 2. Chi ha Windows Vista ma non ha il Service Pack 2 può andare su Start > Windows Update e effettuare tutti gli aggiornamenti disponibili fino a quando non compare Service Pack 2, che comunque si può anche scaricare direttamente dal sito della Microsoft seguendo queste istruzioni.

04 novembre 2010

Tutte le videochat italiane e internazionali simili a Chatroulette .

L'avvento di Chatroulette ha creato la moda della videochat a sorpresa che si è così affermata tanto da creare moltissimi cloni. Si è assistito anche in Italia a questo fenomeno di imitazione e c'è chi ha pensato di portare il modello Chatroulette anche su Facebook. Con questo post voglio fare un po' di chiarezza e un elenco di tutte le videochat di cui sono venuto a conoscenza che si basano su questo concetto. Le ho suddivise in tre gruppi: Internazionali, Facebook e Italiane.

Cloni internazionali di Chatroulette
CamChat: Si tratta di un servizio per inserire nel nostro sito una videochat simile a Chatroulette. L'aspetto negativo è che non è gratuita. Adatta solo a chi vuole monetizzare con questo business e non per gli utenti. Vai a CamChat-
CamCarousel: Era nata come sostanzialmente identica a Chatroulette. Adesso invece è diventata uno script come CamChat da inserire nel sito, anche in questo caso si deve pagare. 
Zupyo: Anche questa è nata simile a Chatroulette ma tale è rimasta fino a oggi. I player video sono messi in verticale. C'è il rullo della chat testuale e la configurazione dell'hardware audio-video. La sua forza risiede nel fatto che si può inserire una parola chiave rispetto alla provenienza (Es: Italia) per connetterci con le persone più vicine a noi.

Onlive per giocare gratis per 30 minuti prima di decidere se acquistare.

OnLive ha cambiato la sua politica di marketing. Quello che è diventato uno dei più grandi magazzini di giochi, concedeva l'accesso solo pagando una mensilità di 4.95 dollari. Adesso invece ci si può registrare gratis dalla pagina dell'account semplicemente inserendo un indirizzo email, una password e una tag di riconoscimento. Non occorrono più i dati della carta di credito. Verrà creato un Profilo che potremo finire di editare anche in un secondo momento. Qualche tempo fa Onlive era nato proprio con l'intento di permettere agli appassionati di giocare attraverso il browser senza scaricare niente.

Dovremo installare un piccolo software Onlive,

onlive-setup