30 giugno 2008

Chictopia, Posterous e Jogli. Tre siti interessanti.

Vorrei segnalare tre siti molto diversi tra loro ma, a loro modo, tutti e tre utili e divertenti.

Chictopia - E' un sito per gli amanti del vestire o, comunque, che hanno uno stile particolare e che vogliono condividere con altri le loro preferenze. Dopo essersi registrati si può navigare tra "gli stili di vita" degli altri utenti, connettersi con chi condivide i nostri stessi gusti in fatto di vestire o che comunque ci interessa per qualche particolarità. Si può partecipare al forum della community per discutere di ciò che è trend. Si può scorrere l'elenco degli ultimi affari in fatto di shopping con collegamenti con e-bay. Si possono guardare le foto postate dagli altri utenti con i marchi che fanno più impazire. C'è pure una sezione autoironica "tutti sono brutti". Si può naturalmente caricare le nostre foto con gli abiti o gli stili che ci piacciono e commentare a piacimento.

Posterous - Ci permette di creare un blog attraverso delle e-mail. Funziona con GMail Hotmail Yahoo. Per iniziare basta mandare un post a post@posterous.com, sono supportate anche immagini, video e musica e altri tipi di file. Si può creare anche un account e quindi scrivere un blog come fossimo su Blogger. Con la differenza che si può aggiornare dirfettamente con il cellulare. Lo spazio che si ha a disposizione è di 1 Giga.



Jogli - E' il sito adatto per gli appasionati di musica. Ci sono a disposizione 12 milioni di album e più di mezzo miliardo di canzoni da poter ascoltare gratuitamente. All'interno del sito puoi cercare l'autore o il pezzo che ti interessa. Puoi crearti una libreria di album o una playlist da ascoltare. Ci sono dei bottoni intuitivi per aggiunger o rimuovere un pezzo dalla libreria o dalla playlist. E' possibile anche ottenere l'URL del pezzo cercato per poter creare un collegamento su un sito. Ma la cosa che piacerà più di tutto agli appassionati è che contestualmente per ogni pezzo musicale viene visualizzato il testo. Questo vale anche per le canzoni di lingua italiana. Per gli appassionati ricercatori di testi è fondamentale questa pagina che fa capo ad una sorta di Wikipedia della musica.

E' nato Pinger, strumento fantastico per mandare gratis messaggi vocali da cellulare.

Pinger è una delle novità tecnologiche considerate a più alta potenzialità di crescita.
Con Pinger puoi mandare messaggi vocali con qualsiasi telefono mobile in oltre 20 paesi. È migliore del voicemail perché non ci sono squilli o istruzioni lunghe. È più personale degli sms di testo perché sarà proprio la vostra propria voce ad essere ascoltata. In oltre potete trasmettere un messaggio di Pinger ad un gruppo di persone con appena una chiamata. Pinger è gratuito e funzione in 20 paesi (ovviamente anche l'Italia)
È possibile rispondere o inoltrare messaggi vocali Pinger con un semplice pulsante del telefonino.


Basta chiamare il numero locale Pinger, dire i nomi delle persone a cui si desidera inviare il messaggio e parlare! È possibile inviare messaggi vocali ad uno o a tutti i tuoi amici con una sola chiamata. Puoi lasciare un messaggio anche di 5 minuti.I destinatari possano rispondere premendo un solo pulsante quindi è veloce.
E' capitato a tutti mandare un messaggio ditesto ed essere fraintesi.Gli sms non trasmettono la personalità e sono limitati da 160 caratteri.Con Pinger poi mandare messaggi di 5 minuti! Inoltre Pinger è gratuito. Pinger non addebita nulla per inviare o ascoltare i messaggi. Si spenderà solo quello che si spende con il proprio tariffario di telefonia mobile. Quando può essere utile questo servizio? Ecco alcune idee:
* Volete avvertire mamma ma non volete parlarci direttamente.
* Non si vuole perdere tempo con una lunga conversazione
* Avete bisogno di parlare con qualcuno in un fuso orario diverso, ma non siete sicuri che siano svegli.
* La persona a cui si vuole inviare il messaggio è a dormire, in classe, in biblioteca o in una riunione e non si desidera interrompere.
* Si desidera recitare un sonetto ai vostri cari? Che è più lungo di 160 caratteri ...
* Auguri di Buon compleanno originali fatti cantando
* Mai telefonato sperando che ci sia la segreteria telefonica inserita, perché non si vuol parlare direttamente?

29 giugno 2008

Trasmettere live in rete con il cellulare.

E' già a disposizione da qualche tempo uno strumento che potrebbe portare ad una rivoluzione nel mondo dei media. Attraverso il sito di Qik si può mettere in rete le immagini ed i suoni che noi inviamo dal nostro cellulare in tempo reale.
Attraverso un loro software trasformano le immagini del cellulare in formato Flash che può essere reso visibile a tutti, inoltre consente a chi è sul web di mandare sms a chi emette le immagini o, meglio, all'autore della trasmissione TV, perché di questo si tratta in definitiva.
Naturalmente è bene avere un abbonamento al telefonino di tipo flat altrimenti sai che bolletta!
I modelli telefonici suportati per il momento sono i seguenti:

Symbian OS

* Nokia 3250
* Nokia 5500
* Nokia 5700 XpressMusic
* Nokia 6110 Navigator
* Nokia 6120 Classic
* Nokia 6121 Classic

* Nokia 6290
* Nokia E50
* Nokia E51
* Nokia E61i
* Nokia E65
* Nokia E70

* Nokia E90 Communicator
* Nokia N71
* Nokia N73
* Nokia N75
* Nokia N76
* Nokia N77

* Nokia N80
* Nokia N81
* Nokia N81 8GB
* Nokia N82
* Nokia N91
* Nokia N91 8GB

* Nokia N92
* Nokia N93i
* Nokia N95
* Nokia N95 8GB
* Nokia N95-3 NAM

Windows Mobile

* Motorola Q9c

* Motorola Q9h

* Samsung SGH-I600

* Samsung Blackjack II



Windows Mobile e Symbian OS sono dei sistemi operativi concepiti proprio per dispositivi mobili.
Per iniziare basta selezionare il Paese e immettere il proprio numero di cellulare. Si possono visualizzare le trasmissioni di chi è in diretta in quel momento. I filmati possono essere salvati, scaricati, inoltre si può acquisire il codice per metterli in un sito. Si può navigare tra i profili dei Qikkers e c'è pure un elenco di eventi interessanti da visionare. Per darvi un'idea posto questo clip preso in Qik di una performance acquatica

27 giugno 2008

Stumbleupon in Italia ha già esaurito la sua spinta propulsiva?

Coloro che non conoscono Stumbleupon possono consultare Wikypedia; spiegato in poche parole è una toolbar che si può aggiungere sia a Firefox che ad Explorer ; il nome StumbleUpon ("inciampare in") è dovuto al carattere parzialmente casuale della ricerca delle informazioni. Ogni membro della comunità si chiama Stumbler ("Colui che inciampa"). Ogni utente ha un profilo personale che viene aggiornato tramite la toolbar. Mentre un utente sta navigando normalmente può esprimere un giudizio positivo o negativo del sito che sta navigando. Automaticamente l'indirizzo del sito viene salvato nel profilo dell'utente. Per coloro che volessero scaricarlo possono farlo qui se hanno Firefox, oppure qui se hanno Explorer. Per capirne l'uso e le potenzialità sono fondamentali questo post e questi altri post di Daniele Salamina.
Non voglio dare dati ma impressioni basate sulla mia esperienza di Stumbler, naturalmente si tratta di opinioni strettamente personali e sicuramente opinabili.


1)Dopo un iniziale entusiasmo la cosa si è raffreddata: quando andavo sulle novità queste fioccavano al ritmo di una l'ora adesso delle volte i miei friends stanno anche 12 ore senza recensire nulla.
2)Pochi giorni dopo essere entrato in StumbleUpon avevo raggiunto la cifra di 15 friends adesso è un mese che sono a 19.
3)L'attività dei gruppi è molto modesta per non dire inesistente.
4)Sono quasi sempre stato io a propormi come fan di un altro stumbler che poi successivamente mi ha aggiunto.
5)Coloro che non mi hanno aggiunto sono più del doppio di coloro che l'hanno fatto.
6)Esiste una certa timidezza di fondo nell'accettare un friend come se fosse un impegno che comporta chi sa che.
7)Credo che per accettare un fan come friend molti considerino se ha con loro interessi comuni, dimenticando che proprio la diversità degli interessi potrebbe essere un arricchimento ulteriore.
8)Ho l'impressione che molti non sappiano che si può stumblare solo pagine italiane.
9)In Italia non c'è un sito paragonabile a Digg. Su Digg gli utenti erano già abituati a proporsi come fan; nei nostri social network questa funzione la potrebbero pure disabilitare perché sostanzialmente non viene usata da nessuno.
10)Il postare articoli su StumbleUpon non comporta di fatto nessun vantaggio in termini di traffico e uno lo fa ormai solo per abitudine.
Negli Usa sono milioni e milioni coloro che usano S.U. mentre in Italia siamo credo solo poche migliaia eppure lo strumento avrebbe potenzialità enormi, forse bisognerebbe far qualcosa per rilanciarlo ma non saprei cosa esattamente. Prendendo un'espressione a prestito dalla politica credo che si potrebbe dire che StumbleUpon in Italia ha esaurito la sua spinta propulsiva, spero solo che la mia sia solo un'analisi infondata e, nel caso fosse giusta, che sia solo una crisi di crescita.

26 giugno 2008

Guardare film italiani e stranieri gratuitamente dal proprio computer.

Prima di me altri blogger hanno trattato l'argomento anche recentemente, non è che voglia copiare qualcuno, il mio vuole essere un contributo in un campo che potrebbe diventare vastissimo. Dopo la chiusura da parte della guardia di finanza di Rifletto TV e Stage 6 in Italia le cose sembrava si mettessero male, per fortuna adesso sono arrivate delle novità. La più interessante è Cine1.it che permette di vedere film gratuitamente. Occorre solo registrarsi e fornire dei dati personali; personalmente mi sono registrato come "Dante Alighieri, professione poeta, residente nella Piana di Campaldino". Non appena si è attivata la registrazione con la mail che ti inviano si può scegliere il film che si vuole vedere subito o che si vuole scaricare. L'unico impegno da parte nostra è quello di visionare spot pubblicitari prima dell'inizio del film, cosa cui siamo abituati. Nel momento in cui si scieglie di guardare subito il film per ottenere la licenza di visione bisogna entrare con username e password. Se si è indecisi su che film guardare si può utilizzare il browser del sito per orientarci.

Altro sito interessante dove non occorre neppure registrazione è Italiafilm.net, i titoli a disposizione per adesso sono pochi ma ce ne sono di interessanti p.e. Nirvana di Salvatores. Se si è appassionati di cinematografia vintage allora il sito giusto è Europafilmtreasures dove sono raccolti film dell'inizio della cinematografia fino agli anni 50. Non occorre registrazione e la visione è immediata; il server è un po' lento quindi forse conviene il download. Per farlo si può utilizzare un'estenzione di Firefox DownloadHelper che tra l'altro è utile in molti altri casi. Si possono trovare dei film da guardare o da scaricare gratis anche su Megavideo perché alcuni utenti caricano degli interi film. Ci si può iscrivere gratis oppure diventare utente premium pagando una cifra a partire da circa 10€ per un mese fino a 80€ per due anni (200€ per un tempo illimitato). La cosa interessante di questo servizio è che si può guadagnare con i video che si sono caricati sul sito, questo solo per gli utenti premium; i non premium possono comunque diventarlo attraverso i punti guadagnati con la visione dei video che si sono postati. Credo che diventerà sempre di più il rivale numero uno di Youtube; si possono spostare avanti e indietro i video senza aspettare che siano tutti carichi, si può pure ottenere il codice Html per implementare il video in un sito. C'è qualche difficoltà in più per scaricare i video ma si può ovviare con ClipNabber che funziona come tutti i siti di quel tipo cioè con il copia-incolla dell'URL del video selezionando l'opzione Megavideo. Degno di attenzione è Jaman, anche se in questo caso la maggior parte dei film sono in lingua inglese; per poter visionare i film occorre la registrazione gratuita. Si può optare per il download ma allora si devono pagare 99 cent. Passando definitivamente a siti di respiro internazionale si può citare Veoh che è una vera e propria community. Principalmente vengono condivisi video ma c'è anche la possibilità di vedere film e programmi tv, è comunque un sito da mettere nei segnalibri. Altri siti interessanti sono Whatch Movies che è free e dal quale si può anche scaricare i film anche se non l'ho testato completamente. Free Movies Cinema e Funz.com sono sulla stessa falsariga. Tornerò sull'argomento in caso di novità. Questo post è da considerarsi aperto quindi aggiungerò altri siti se ne verrò a conoscenza. Vi prego di segnalarmeli nei commenti se ne conoscete qualcuno di interessante.

24 giugno 2008

Videochat gratis e non, italiane e non (parte seconda)

Dall'analisi di Google Analytics emerge che in questo blog il post più letto è quello sulle videochat; non solo ma tra coloro che arrivano al mio blog tramite un motore di ricerca la maggioranza ha come parola chiave free o gratis videochat. Quindi ho pensato di fare un nuovo post sull'argomento per vedere se intanto ci sono delle novità o se è cambiato qualcosa sulle videochat già recensite in questo post.
CiaoAmigos è sempre la più frequentata; è cambiata un po' la grafica, è passata a php da html ma sostanzialmente è rimasto tutto come prima. Praticamente hai a disposizione gratuitamente tutte le funzionalità. Puoi entrare in tutte le stanze (c'è solo un limite di 300 presenze per alcune), puoi crearti una stanza personale protetta da password e, non ultimo, puoi inviare e ricevere messaggi privati. Sembra facile fare amicizia ma in realtà così non è per gli uomini perché le donne sono in minoranza e c'è grossa concorrenza. La chat è divisa in stanze blu e rosse. Queste ultime sono a tematica sessuale. Quando ci sono entrato però non è che ci fosse granché di interessante neppure in questo senso. I difetti della chat sono essenzialmente due: una frequentazione di basso livello, decisamente volgare e i display delle cam con troppo pochi pixel. CamXCam è sotto certi aspetti peggiorata. Si può entrare liberamente come guest ma praticamente sei inabilitato a fare qualsiasi cosa; ti puoi registrare gratuitamente, cosa che ho fatto, dando un indirizzo e-mail poi però ti arriva dello spam di continuo anche se puoi sempre fare in modo che non te lo mandino più. Non si possono mandare messaggi privati ed è anche difficile accedere alle stanze videochat per chi non è utente premium cioè pagante. In VideoZoochat ci sono entrato e c'erano 30 persone! Su Govo c'erano 8 persone e questo sotto certi aspetti può essere un bene, anche questa è una videochat gratuita. Su Videofrog ce n'erano una ventina ma la conversazione si svolge soprattutto in inglese. IVideochat invece è ben frequentata ma ha delle forti limitazioni.

Se non ti registri e paghi un mensile praticamente puoi frequentarla solo per pochi giorni. Anche in questa chat la conversazione è prevalentemente in inglese. USAchatnow per poterla utilizzare in pieno bisogna iscriversi. Sembra molto frequentata, naturalmente in inglese. CamVoice ha diverse lingue, la prevalente è l'italiano. Si può accedere gratuitamente e senza registrazione però solo per un periodo di tempo limitato giornaliero (45 minuti). Di IWebcam ne ho già parlato in precedente post; ci si può registrare e attraverso l'acquisizione di un codice si può mettere nel nostro sito.
Comunque si può sempre accedere alle stanze di videochat create da altri. Nel momento in cui si accede al sito si clicca su Live Chat e c'è tutto un elenco di videochat attive che possiamo selezionare. C'è pure il numero di maschi e femmine presenti per ogni chat; è inutile sottolineare che quelle con più donne sono ai primi posti dell'elenco. Nel momento in cui sono entrato c'erano 1240 persone suddivise in varie videochat. Saba e Maya sono scomparse; una nuova è Infratto ma non è ancora molto conosciuta e frequentata (attualmente è scomparsa). Todosconwebcam è una chat di lingua spagnola, si può entrare gratuitamente e la lingua si capisce bene. La sua grafica è la stessa di quella di UsaVideochat. ChatVideo.es è un'altra chat di lingua spagnola, si può entrare liberamente ma c'è un limite di tempo giornaliero. Chatforfree.org è completamente gratuita ma necessita di registrazione; è principalmente in lingua inglese. Enbelle.com si visualizza solo con Explorer mentre non si apre con Chrome e soprattutto con Firefox.

23 giugno 2008

CamStudio per registrare da finestre video o da microfono.

Questo più che un post è una segnalazione di un programma.
Il programma è free e può essere utilizzato nello stesso modo in cui si utilizza Camtasia. Si chiama CamStudio e, una volta intallato magari insieme ai suoi codec, permette di registrare da delle finestre video che possono essere selezionate con il mouse. Per quanto riguarda l'audio ci sono varie opzioni; si può registrare l'audio insieme al video oppure si può farlo da microfono.
E' un'applicazione interessante che ho voluto segnalare.

16 giugno 2008

Inserire file audio nel proprio sito (Parte seconda)

Questo post si compone di diverse sezioni che è meglio suddividere:

1) Come creare uno spazio gratuito su un server sul quale caricare file audio o altro tipo di cartelle.
Innanzitutto esistono diversi sistemi di stoccaggio (storage) gratuiti. Il più usato credo sia GetSpace nel quale puoi entrare con il tuo account Google ed hai a disposizione un GB di spazio e se non ti basta puoi sempre crearti un nuovo account. Inoltre GetSpace è una estensione di Firefox quindi chi usa questo browser ha lo strumento a portata di click. Poi voglio ricordare Box.net che è semplicissimo da usare. Basta creare un account e, appena attivato con la mail che viene inviata, puoi fare l'upload dei tuoi file e mettere dei collegamenti ai siti desiderati. Qui per esempio ho messo un link ad un pezzo decisamente d'annata.
La cosa migliore da fare però è accedere ad Altervista. Danno gratuitamente la possibilità di creare un sito web ma lo spazio che ci viene messo a disposizione può essere sfruttato anche in altro modo.
Per crearsi uno spazio su Altervista accedere al sito quindi a Crea tuo sito. In questa sezione dovrete riempire un modulo in cui è presente anche il nome del sito che sceglierete; io ho scelto http://parsifal32.altervista.com ma poi potete utilizzarlo anche come magazzino di file come vedremo. Il campo della e-mail è fondamentale perché per attivare il sito dovete cliccare sul collegamento che vi verrà inviato. Completata l'attivazione effettuate il login con la password che vi è stata comunicata in alto a destra della pagina. Appena entrati cliccate su Gestione Files, è il secondo da sinistra dopo News. Nella schermata successiva cliccate su Invia Files e scegliete Sfoglia per selezionare il file dalle risorse del vostro PC. Aspettate la fine dell'upload; appena sarà ritornata la schermata precedente cercate il file caricato, cliccate col pulsante destro del mouse e copiatene il link. Vi sarà chiaro in seguito a cosa servirà questa procedura.


2)Come inserire musica ed audio nel vostro blog
Innanzitutto dovete procurarvi questo widget che fa parte della enorme collezione WidgetBox. Scegliete la larghezza e l'altezza che desiderate (Width e Heigh) e nel campo Mp3URL inserite il link che avete copiato sul vostro spazio Altervista di cui al punto 1). Quindi cliccate su GetWidget ed acquisite il codice Html che poi potete copiare sia in un post, come ho fatto io, sia in un elemento pagina del layout, c'è anche la possibilità di scegliere autoplay per far iniziare la riproduzione del file non appena si apre il post o addirittura il blog se è messo nella Homepage. Inoltre si può scegliere tra le varie piattaforme (es. Blogger, Wordpress, ecc.). 


3)Come mettere una registrazione audio nel blog
Dobbiamo prima averla una tale registrazione! Se si usa Windows, Accessori, Registrazione suoni ne viene fuori un suono debolissimo a prescindere dal microfono che abbiamo. Esistono molti programmi per ovviare all'inconveniente; credo che per esigenze normali sia più che sufficiente Audacity che è un programma free, tra l'altro adesso pure in italiano. Può essere che all'atto della prima registrazione audio vi venga chiesto un file che comunque potete scaricare dal Web e poi specificarne il percorso. 

11 giugno 2008

Inserire audio e musica nel proprio blog.

Se volete potete far diventare parlanti i vostri post. Basta andare sul sito di vozMe e scegliere webmaster, a questo punto ci sono diverse opzioni. Se avete Wordpress c'è a disposizione un plug-in da installare, se avete blogger, come nel mio caso, non resta che copiare il codice Html e incollarlo nel modello nel punto in cui viene specificato. Si può scegliere tra voce maschile e femminile e il tipo di collegamento, se solo testuale o anche con immagine. In alcuni modelli il risultato potrebbe essere esteticamente non troppo valido in quanto il link si dispone su due righe. Basta allora sostituire nel codice "Ascolta questo post" con "Ascolta post" o "Ascolta" per risolvere il problema. Per avere un'idea del risultato cliccate su "Ascolta questo post" in fondo ad un post qualsiasi di questo mio blog scientifico; il suono è metallico e impersonale, un po' come quello di Adobe reader, anzi è proprio quello, però potrebbe essere una cosa originale per il vostro sito.


Se invece volete inserire nel blog una radio o un gruppo di radio dovete andare a pagina inizio. Ci sono quattro opzioni su cui si può scegliere. Anche in questo caso basta copiare ed incollare il codice. C'è da dire che le radio della RAI funzionano perfettamente, le altre hanno qualche problema.

 Con il servizio offerto da Muzicons.com possono essere create icone da usare anche per riprodurre qualsiasi tipo di file audio in un post o in un blog, penso per esempio ad un'intervista audio. Andate al sito e in quattro semplicissimi passi, dopo esservi gratuitamente iscritti, potete fare l'upload di un pezzo che è nel vostro PC, scegliere l'icona che più vi piace, quindi generare il codice Html e copiarlo nel vostro post. Potete copiarlo anche nel modello se volete e cambiare musica e icona a vostro piacimento.